keane

Si è concluso il Festival Opera Barga 2009

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

modo antiquo in barga 2009011Con il concerto vivaldiano di Federico Maria Sardelli e Modo Antiquo, si è concluso il 1° agosto presso il Teatro dei Differenti il quarantaduesimo Festival Opera Barga.

Federico Maria Sardelli, direttore, musicologo, compositore e flautista, ha curato le prime rappresentazioni, incisioni ed edizioni mondiali di numerose opere vivaldiane inedite. Ha al suo attivo più di quaranta incisioni discografiche in veste di direttore e di solista, nonché due nomination ai Grammy Awards, il massimo riconoscimento per l’attività discografica.

Fondata dallo stesso Sardelli, l’orchestra barocca Modo Antiquo è considerata una delle migliori formazioni di musica antica attualmente attive sulla scena internazionale. Ad accomunare i suoi componenti, oltre alla maestria artistica, è la grande attenzione rivolta alla ricostruzione filologica e all’esecuzione storicamente fedele dei brani.

L’edizione 2009 del Festival Opera Barga, fondato nel 1967 dai coniugi Peter Hunt e Gillian Armitage e diretta oggi dal figlio Nicholas Hunt, ha goduto di un’inedita attenzione da parte della stampa oltre che del consueto successo di pubblico. L’ormai tradizionale articolazione in “progetti” ha garantito una sintesi compiuta delle diverse “anime” della rassegna.

h2W4o0c3i1c

Fulcro del Festival è stata, sabato 25 e domenica 26 luglio, la rappresentazione del “Matrimonio segreto”, dramma giocoso di Domenico Cimarosa che inaugurò il Teatro dei Differenti nel 1795. L’inedita ambientazione dell’opera negli anni ’30, studiata dal regista inglese Robin Tebbutt e ricreata dallo scenografo Nicholas Bovey, ha consentito di preservare, esaltandola, la vis comica della versione originale, evitando allo stesso tempo i rischi di un’eccessiva attualizzazione. Sotto il profilo musicale si è rivelata felice la scelta di affiancare l’Orchestra Giovanile Oceani Sonori, formazione lucchese di recente composizione, e una sezione dell’Ensemble Le Musiche di Berlino, composta da prime parti di alcune tra le principali orchestre europee. A dirigerli il maestro Simone Bernardini, primo violino dei Berliner Philarmoniker, che ha proposto un’interpretazione intensa e convincente della briosa partitura dell’opera. Risate, applausi a scena aperta e numerose chiamate anche per il cast di giovani talenti vocali, provenienti da tutto il mondo e selezionati dalla prestigiosa Cardiff International Academy of Voice.

ppgj3l3U4yw

I virtuosi dell’Ensemble Le Musiche di Simone Bernardini sono stati protagonisti anche dell’edizione 2009 del progetto Musica nei Borghi: brani appartenenti al grande repertorio cameristico europeo (Vivaldi, Beethoven, Haydn, Mozart, Debussy, Hindemith) sono stati eseguiti nei teatri e nei luoghi più suggestivi del comune di Bagnone, nel cuore della Lunigiana massese (18-21 luglio), e a Barga (28, 29 e 31 luglio), registrando spesso il tutto esaurito.

Il progetto Piano Barga è stato interamente affidato ad Andrea Bacchetti: l’artista genovese ha offerto, nel corso di due recital presso il Teatro dei Differenti (27 e 30 luglio), una straordinaria interpretazione delle Variazioni Goldberg di Bach e delle sonate per pianoforte di Galuppi, impreziosita da numerosi bis richiesti a gran voce dal pubblico presente in sala.

Il Festival è stato finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Toscana, dalle Province di Lucca e Massa Carrara nonché dalle Fondazioni bancarie della Cassa di Risparmio di Massa Carrara, di Lucca e della Banca del Monte di Lucca, e ha beneficiato della collaborazione con la Cardiff International Academy of Voice, dipartimento dell’Università di Cardiff, nell’ambito del progetto europeo Leonardo per la mobilità internazionale.

Un contributo fondamentale per il progetto è stato rappresentato, come sempre, dall’ospitalità e dall’amore per la musica evidenziato da numerose realtà locali e dai Comuni coinvolti, consapevoli che la cultura, oltre a formare i cittadini, rappresenta un valido investimento anche in termini di valorizzazione del territorio e del patrimonio culturale.

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of