flavio guidi

Music in Tuscany. La bella musica a Barga

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Battesimo del fuoco questa sera al teatro dei Differenti per “Music in Tuscany” un programma estivo di lezioni e concerti progettati su misura per gruppi vari di musica da camera, dal duo al quintetto organizzato da un gruppo di validi musicisti scozzesi con in testa il nostro William Moriconi che ormai in Scozia è di casa. Il primo anno e la prima uscita per questo progetto, che vede la collaborazione del nostro Comune, del consolato onorario di Glasgow e dell’Istituto Italiano di Cultura di Edimburgo e della scuola di Musica di Barga, e che speriamo il prossimo anno venga ripetuto e magari potenziato oltre che promosso con maggiore rilievo, dato che la presenza di artisti di questo livello a Barga non può che fare bene alla nostra offerta culturale e musicale in particolare.
Sul palco del “Differenti” i musicisti che hanno organizzato “Music in Tuscany” Jo Shaw della Scottish Ballet Orchestra (flauto); William Moriconi della Orchestra Sinfonica di Roma (oboe); Lawrence Gill della Scottish Opera (clarinetto); Grant McKay della Scottish Ballet (fagotto); Rebecca Hill della Scottish Opera Orchestra (corno).
A salutarli, durante la serata, è arrivato anche il sindaco di Barga, Marco Bonini che si è già ddetto intenzionato per il prossimo anno a fare in modo che l’evento abbia maggiore rilievo.

Mi è davvero spiaciuto che alla serata fossimo in pochi ad assistere alla loro bravura. Il tempo stasera era quello che era e forse questo ha tenuto a casa un po’ di gente. Comunque sia anche a me non aveva ben disposto questo tempo grigio e piovoso, ma ci ha pensato la bella musica di questa formazione a farmi sentire quel caldo nel cuore che il tempo non mi ha regalato. Sono davvero bravi questi musicisti e non hanno sbagliato un colpo: da Bach a Debussy, da Hugo de Groot a Farkas, da Sonsa a J. Strauss per arrivare a O mio babbino caro di Puccini che ha chiuso questa splendida serata, molto gradita al (troppo poco numeroso) pubblico. Sono state esecuzioni eccellenti e, lasciatemelo dire, mi ha riempito di orgoglio vedere sul palco in questa formazione un musicista di casa nostra come William.

Il tempo per rifarsi comunque c’è. Se domani uscite presto da lavoro, se potete lasciare il bambino alla nonna, se vi va di iniziare in bellezza il venerdì pomeriggio e soprattutto se volete sentire della bella musica, non perdete l’ultimo concerto di Music in Tuscany che con i suoi insegnanti vi aspetta oggi, venerdì p29 luglio,  alle 17,30 al teatro dei Differenti.

Summer Music Festival & Masterclass For any wind chamber ensemble – Barga, 26th to 31st July 2011
Music in Tuscany is a summer programme of lessons and concerts designed for wind chamber ensembles, in the stunning Medieval hilltop town of Barga.

We are using a dedicated new music school with fantastic new facilities, kindly made possible by the director of Barga’s music school, Massimo Salotti.

Tutors
Jo Shaw Flute – Scottish Ballet
William Moriconi – Oboe – Orchestra Sinfonica di Roma
Lawrence Gill – Clarinet – Scottish Opera
Grant McKay – Bassoon – Scottish Ballet
Rebecca Hill – French Horn – Scottish Opera

4
Leave a Reply

Please Login to comment
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
luca_galeottifviviano Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
newest oldest most voted
Notify of
fviviano
Member

“Mi è davvero spiaciuto che alla serata fossimo in pochi ad assistere alla loro bravura.” I agree, Luca. A large number of people, visitors and residents alike, would have enjoyed this concert immensely. But who even knew it was scheduled? There was no publicity, no advance word — unless you count a tiny announcement, half the size of a letter, that somebody left lying unseen in a corner of Casciani’s on the very day of the event. What a shame. The musicians deserved much more than that, and so did the potential audience. Barga, as one of your colleagues often… Read more »

luca_galeotti
Guest
luca_galeotti

beh, proprio buco nero delle informazioni no… Qui c’è un giornale che ha 62 anni di vita e un giornale online come è il nostro che in poche altre realtà esiste e che fornisce pubntualmente notizie ed informazioni. In poche altre realtà piccole come la nostra esiste tutto questo dalle nostre parti. Anche di questo evento avevamo parlato nelle settimane passate. E’ però vero che in alcuni casi manca un’adeguata pubblicità sul campo di alcune manifestazioni E’ successo nel caso di Music in Tuscany. La presenza a Barga di questi artisti giunti dalla Scozia avrebbe meritato maggiore considerazione ed anche… Read more »

fviviano
Member

I definitely didn’t mean what my words implied. Giornale di Barganews is the ambitious online heir to publications that provide an extraordinary amount of information. Risposta giustissima, Luca! BUT: Very few visitors and ospiti, or local residents for that matter, are reading online publications daily. The “black hole” description (which, after all, was invented by the editor of Barga News himself!) definitely applies to our town’s long history of failure to publicize cultural events. That calls for banners and posters, displayed at least a week before an event. Otherwise, as in the case of last night’s concert, hardly anyone will… Read more »

fviviano
Member

Incidentally, fellow readers: There’s no better means of keeping up with Barga’s coming events, cultural and otherwise, than the calender at the bottom right of the opening page. Move your cursor to any given date, and everything you need to know appears on the screen.