Nazareno Giusti

Sommocolonia, luogo della Memoria: intervista a Umberto Sereni

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si avvicina il 26 dicembre, un giorno di festa, ma per noi anche e sopratutto il giorno del ricordo. Un ricordo doloroso quello della battaglia che proprio in questa data si tenne nel borgo di Sommocolonia ( una battaglia importante per la nostra Valle al centro di un operazione molto più grande che, come vedremo nelle interviste allo storico Davide Del Giudice e al Tenente Colonnello Vittorio Lino Biondi che saranno pubblicate nelle prossime settimane, ritardò la controffensiva alleata).

Ogni anno l’amministrazione comunale e la popolazione si da appuntamento in quel luogo per ricordare, per non dimenticare. Inoltre, durante l’anno (e in particolare nel periodo estivo), il paese è méta di una sorta di “pellegrinaggio” da parte di reduci e di loro familiari come la visita del Dottor James Pratt o dei militari statunitensi di Camp Darby. Anche per questo è stato inaugurato, quest’estate, un piccolo ma documentatissimo Museo che, sin da subito, ha riscosso uno straordinario numero di visite.

Dall’Austria il 20 agosto 2009 sono giunte, poi, al Comune di Barga due mail: una dalla professoressa di lingue in Austria e dall’Associazione culturale italo-austriaca “Marenostrum” che hanno scritto “per conto dei reduci che hanno vissuto l’operazione del 24-12-1944″ ( per i tedeschi l’operazione ebbe inizio il 24 con il movimento di attacco dall’Abetone) commossi per il ricordo e l’onestà dell’opera di memoria dell’aministrazione barghigiana.

“Un bel riconoscimento- come ha affermato Biondi – della qualità e dell’onestà del nostro lavoro di ricostruzione della memoria onesta, leale, non astiosa, non faziosa soltanto storica”.

Se questa opera di Memoria ha avuto successo ed è apprezzata per la sua qualità molto si deve al Professor Umberto Sereni. Per questo lo abbiamo intervistato (in video) per ripercorrere, oltre ai fatti storici, gli anni di lavoro per non dimenticare.

Nella prossima intervista, invece, Antonio Nardini-noto e apprezzato storico locale- ripercorrerà la storia di Sommocolonia, partendo dall’origine del nome venuto in seguito alla sua fondazione sino ai tempi più recenti.

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of