maria elena

Un jingle per Giornaledibarganews

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giornale di Barganews è Rock? Chissà, intanto però abbiamo scoperto che almeno ha un suo suono… addirittura un tema, con tutte le sue variazioni.

Follia? No, divertissement, divertimento di un amico musicista che ha giocato con le lettere che compongono il nome di questo giornale creando una sorta di schema per costruire una melodia.

L’artista in questione è Massimo Salotti, che per gioco ha creato alcuni jingle per il nostro giornale usando un metodo comune in molti tipi di espressione artistica: dare delle regole alla propria ricerca e seguire lo schema che ne consegue, variando, eventualmente, ma sempre costruendo quasi geometricamente secondo la regola.

Un “code”, un music–code, come lo chiama Massimo stesso alludendo ai QRcode, e che nel nostro caso nasce dall’associazione delle vocali di Giornale di Barganews a determinate note secondo l’assonanza con le vocali; ecco allora che “gIOrnAlE dI bArgA nEws”, diventa la frase musicale MI/SI, DO, LA, MI/SI, RE, LA, LA, RE, che opportunamente armonizzata è diventata il jingle “Barga Rapid”.

Ma il divertimento non si è concluso qui, e il maestro Salotti ha “inventato” per Giornale di Barganews anche “Barga retrò”, partendo dalla vecchia sigla del TG1: in questo caso il motivo è stato arrangiato “rovesciando” l’ordine delle note della storica melodia, con l’augurio che sia di buon auspicio.

E il Giornale di Barga, non vi è sempre sembrato un po’ sol bemolle? Ci dice Massimo che lo è assolutamente, dato che la prima iniziale – G – secondo la nomenclatura anglosassone corrisponde a SOL, mentre la seconda – B – è l’abbreviazione di bemolle: nasce così una terza melodia, in sol bemolle, prodotta sia in versione “cello” che orchestrale.

Divertente questo gioco, e massimo Salotti, a dire la verità, lo fa spesso, a volte “sconfinando” anche nelle arti grafiche: gli ultimi esempi sono esposti in questi giorni al Teatro dei Differenti nell’ambito della collettiva “Arti Differenti” ed altri li abbiamo visti durante Spasso tra l’Arte e Ensemble.

In questo caso il gioco parte da fotografie di spartiti, che vengono poi composte secondo un pattern – sempre il già citato schema, o codice – che alla fine restituisce un immagine dove non è più riconoscibile una partitura, ma tutt’altra immagine.

 

Massimo Salotti, allievo dei maestri Giorgio Sacchetti, Pietro Rigacci, Alessandro Carbonare e Pier Narciso Masi, è vincitore del Master  in Musica da Camera all’Accademia di Alto Perfezionamento di Imola e del Primo Premio Assoluto al Concorso Internazionale di Musica da Camera “Città di Minerbio”, e di altri numerosi primi premi sia in concorsi solistici che in musica da camera. Si è esibito in tutta Italia per le più importanti associazioni concertistiche e per i più importanti Teatri di tradizione quali il Comunale di Bologna, la Sala Sinopoli di Roma, il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Regio di Torino, il Teatro dei Rozzi di Siena, il Teatro Regio di Parma.

Assieme al primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica di Roma, Giorgio Berrugi, costituisce il duo Alban Berg, formazione cameristica vincitrice di numerosi primi premi internazionali, che sta riscuotendo notevoli apprezzamenti critici dai più grandi interpreti mondiali.

Ha all’attivo tournée in Italia, Austria, Inghilterra, Spagna, Svizzera, Belgio, Brasile.

Si è messo in luce esibendosi e lavorando per l’International Academy of Music di New York, il Cidim per il progetto Unesco dell’anno 2006 e 2011, con la Compagnia degli Ipocriti oltre che al fianco di artisti quali Andrea Bocelli, Katia Ricciarelli, Roberto Servile, Cristina Pezzoli, Herbert Handt, Maria Billeri, Gabriele Viviani, Massimo Cavalletti, Isa Danieli, Mariano Rivas.

È stato ospite della nunziatura di Brasilia per un concerto per gli Ambasciatori di tutto il Mondo. Si è poi esibito in una tournèe nazionale nelle ambasciate italiane di Belo Horizonte e Porto Alegre.

Nel Marzo 2010, diretto dal M°Mariano Rivas, si è esibito al Teatro Verdi con l’Orcherstra Regionale Toscana nell’esecuzione dell’opera contemporanea “Clown”, del M°A.Tarabella.

Nel Marzo 2011 esegue, come pianista e maestro concertatore, l’anteprima nazionale dell’opera Re Tuono di Daniela Terranova, opera vincitrice del 1° premio Cidim 2010.

E’ responsabile musicale della Compagnia Sperimentale Opera Bazar, una realtà musicale che si propone di percorrere una via di ricerca, diffusione e valorizzazione del teatro musicale e dell’opera da camera antica e moderna. La Compagnia vanta più di 400 rappresentazioni presso i più importanti teatri di tradizione e enti sinfonici italiani ed esteri.

E’ direttore artistico del concorso nazionale “fornaci IN…canto”, concorso per voci e gruppi musicali divenuto nel 2010 un progetto della Regione Toscana, nonché della Scuola Musica Barga, scuola civica da oltre 25 anni del Comune di Barga ed attualmente insegna presso il Liceo Musicale A. Passaglia di Lucca.

I suoi prossimi impegni lo vedranno partecipare ai “Pomeriggi Musicali” di Milano presso il Teatro dal Verme – una delle manifestazioni cameristiche più importanti del panorama italiano – mentre nel 2012 sarà di nuovo in tournèe in Brasile.

1
Leave a Reply

Please Login to comment
0 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
newest oldest most voted
Notify of