keane

Message from the Bishop of Pisa, Giovanni Paolo Benotto

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non potendo essere presente di persona ai funerali (article here) della carissima Suor Carmelina Ippolito, desidero esprimere alle Suore Giuseppine, alla Comunità cristiana e civile di Barga, la mia affettuosa partecipazione nella preghiera del suffragio, al lutto e al dolore per questa morte, che è lutto e dolore di tutti coloro che in qualche modo hanno conosciuto questa piccola e grande suora.

Desidero esprimere la grande riconoscenza mia e della Chiesa pisana per tutto quello che Suor Carmelina è stata ed ha fatto nei lunghi anni del suo servizio a Barga: una vita, la sua, vissuta nella fedeltà alla propria consacrazione religiosa che la faceva essere tutta del Signore, e proprio per questo, totalmente dedita al servizio dei fratelli, a significare che chi dona tutto se stesso a Dio e alla Chiesa non sottrae mai niente al suo prossimo; ma che anzi proprio la fedeltà al Signore garantisce la prontezza e la pienezza del proprio mettersi al servizio del prossimo, in un radicamento sempre più profondo nel contesto della comunità nella quale si vive e si opera. Per questo, davvero, Suor Carmelina è stata pienamente “barghigiana” , forse anche più di tanti che a Barga sono nati e cresciuti, ma che rischiano di smarrire la propria appartenenza perché non aperti al dono di sé a Dio e al prossimo, in quella relazione di carità che ha le proprie radici e la propria alimentazione nell’amore che viene da Dio.

Suor Carmelina ora è nella pienezza dell’amore di Dio. E’ a Dio Padre di misericordia e di bontà che noi la affidiamo nella preghiera del suffragio. La raccomandiamo al Signore e le chiediamo di raccomandarci tutti a Lui: la sua Famiglia religiosa delle Suore Giuseppine; la comunità di Barga, la Chiesa pisana alla quale si è sempre sentita profondamente legata; le vocazioni maschili e femminili. Purificata dall’amore che perdona, sia pienamente illuminata dal suo Sposo divino e ci aiuti, tutti, a perseverare come lei sulle vie del Vangelo come fedeli discepoli di Gesù Maestro, che è via, verità e vita.

+ Giovanni Paolo Benotto Arcivescovo

Download L’ora di Barga 494 –   Febbraio 2012

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of