flavio guidi

Music in Tuscany, da Barga a Borgo a Mozzano

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non sarà Barga quest’anno ad ospitare la seconda edizione di Music in Tuscany, un progetto musicale di corsi e concerti di musica classica legato alla Scozia ed alle sue connessioni con la nostra terra.

La manifestazione, che lo scorso anno vide la luce proprio tra le mura del nostro antico Castello (articoli qui e qui) si è spostata quest’anno a Borgo a Mozzano che si candida ad un ruolo di promozione del turismo scozzese.

Sul perché dell’esclusione di Barga abbiamo chiesto lumi al direttore artistico del progetto, il musicista barghigiano William Moriconi che vive in Scozia e che ha dato il via un anno fa a questa iniziativa :

“La mia intenzione era quella di continuare sempre a Barga questa manifestazione – ci ha detto – ma nella fase di pianificazione durante l’anno, il Comune di Barga mi ha informato che non c’erano le possibilità di fare Music in Tuscany nell’estate 2012, per via delle risorse e gli spazi già impegnati per altre attività.

In contemporanea si è aperta questa occasione di collaborare con il vicino Comune del Borgo, ma non si escludono concerti ed eventi in Collaborazione con il Comune di Barga per il futuro.

Vorrei ringraziare dunque il sindaco Francesco Poggi e il comune del Borgo a Mozzano che ci hanno offerto questa bella opportunità e con i quali si stanno studiando nuove iniziative. Stiamo infatti organizzando uno scambio musico-culturale con la Scozia, per cui l’anno prossimo la Scuola di Musica del Borgo verrà sicuramente a Glasgow”.

Insomma Music in Tuscany sarà al Borgo dal 4 al 10 luglio prossimi promossa dal Comune di Borgo a Mozzano in collaborazione con Serena Salotti, Antonio Rondina e la Scuola civica di musica Marco Salotti; con più concerti, molti studenti dalle Academy di musica e anche qualche professionista amatore.

L’evento si propone come festival ed insieme masterclass estivo vo per Insieme di fiati e musica da camera, dal duo al quintetto.

Dalla Scozia giungeranno i docenti ed anche molti studenti di “Music in Tuscany”, ma non mancheranno anche eccellenze locali. Il progetto di Music in Tuscany si propone comunque soprattutto di portare musicisti scozzesi di fama internazionale in Toscana, con lo scopo di promuovere la musica classica a tutti, appassionati e non, con una particolare attenzione alla scelta del repertorio in modo così da arrivare nel cuore e nell’anima  delle persone, soprattutto dei giovani.

I docenti saranno per il piano il nostro Massimo Salotti; oboe, William Moriconi; Clarinetto, Lawrence Gill; Bassoon, Grant McKay; French Horn, Timothy Brown. In programma lezioni individuali e di musica da camera, rivolte ad un pubblico di studenti di tutte le età e livelli, includendo  sia giovani musicisti rivolti alla professione, che agli amatori e agli appassionati, ma anche una serie di concerti con i protagonisti dei corsi, allievi e docenti.

13
Leave a Reply

Please Login to comment
6 Comment threads
6 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
7 Comment authors
Andrea SalvoniGianmarco Marroniluca_galeottiL'AlceaValter Ghiloni Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
newest oldest most voted
Notify of
Marco Tortelli
Guest
Marco Tortelli

Un vero peccato. William è un musicista importante che, partendo da Barga, si è fatto onore in Italia e all’estero. Superfluo poi ricordare i legami fra la nostra terra e la Scozia: la passata amministrazione comunale ha addirittura fatto scrivere “the most scottish town in Italy” all’ingresso di Barga. Non per fare del campanilismo, ma Barga sarebbe stata la sede ideale per un simile progetto… Che invece si terrà a Borgo a Mozzano. L’ennesima occasione persa. Non posso fare a meno di pensare ai molti commenti, spesso critici, inviati da Gianmarco Marroni dalla Scozia. In un’altra pagina di questo giornale… Read more »

Sonia Ercolini
Guest
Sonia Ercolini

Purtroppo sì !

Valter Ghiloni
Guest
Valter Ghiloni

Scrive Marco Tortelli “Siamo davvero messi così male?”

Peggio, molto peggio di quanto ancora appare.
E il vero problema è che sembra non accorgersene nessuno.
Siamo sul ponte del Titanic e l’orchestra continua a suonare. O, se volete, sulla Costa Concordia e Schettino non sa che ordini dare.
Questa è la situazione italiana, regionale e locale oggi.
Speranze? Poche.

Marco Tortelli
Guest
Marco Tortelli

In questo caso il problema è opposto: l’orchestra non suona e non suonerà, perlomeno non a Barga.

Sono piuttosto ignorante in tema di competenze, ma visto che Borgo a Mozzano è riuscito ad ospitare l’evento e considerato che esiste un’Unione dei Comuni della quale fanno parte sia Barga che Borgo a Mozzano, non sarebbe stato possibile organizzare qualcosa insieme?

Ripeto: non lo dico per campanilismo. Semplicemente, mi sembrava importante che il lavoro di William avesse il giusto riconoscimento nella sua città.

L'Alcea
Guest
L'Alcea

a me è stato consigliato, visto che mi lamento, di trasferirmi all’estero, vi giro il consiglio lol.

Marco Tortelli
Guest
Marco Tortelli

A parte il fatto che discutere e lamentarsi sono due cose diverse, fatti i conti sono contento di essere tornato a vivere a Barga.

Questo non mi impedisce di vedere e parlare anche delle cose che secondo me non vanno o che almeno potrebbero andare diversamente.

Comunque hai ragione: essere invitati a trasferirsi all’estero soltanto perché è stata espressa una critica è un atteggiamento se non altro irritante.

luca_galeotti
Guest
luca_galeotti

In realtà, Marco, il coinvolgimento dell’Unione dei Comuni c’è stata e tutto parte di lì. Non è venuto fuori nell’articolo e forse non è stato nemmeno capito nella sua importanza da me e credo che questo abbia generato dei malintesi ed una visione distorta. Credo che sulla vicenda occorrerà fare un ulteriore approfondimento e se sarà possibile tornerò a scriverrne per sviscerare alcuni passaggi che in effetti mettono in cattiva luce ingiustamente, la nostra Amministrazione Comunale.

Marco Tortelli
Guest
Marco Tortelli

Ok, meglio così: aspetto con fiducia e curiosità approfondimenti e (possibilmente) notizie più incoraggianti.

Gianmarco Marroni
Guest
Gianmarco Marroni

Io e William ci vediamo spesso anche perche’ viviamo nella stessa citta’, mi ha spiegato filo per segno perche’ la manifestazione viene fatta a Borgo a Mozzano e la cosa mi ha fatto molto pensare e rammaricare. Non sta a me dire i motivi di tale dicisione, sara’ William se lo vorra’ fare a darle in futuro. William qui in Scozia sta facendo passi da gigante in campo musicale e i suoi progetti sono molto ben incoraggiati non solo dal consolato Italiano a Edinburgo ma anche dall ente per lo spettacolo scozzese. E’ un vero peccato che Barga perda un… Read more »

L'Alcea
Guest
L'Alcea

sig marroni come siamo permalosetti! ahi ahi ahi!poi ancora con la storia del nome…madonna come sei ripetitivo. guarda io sono contento per te se ti senti realizzato e ti senti qualcuno, conosci tutti e sai tutto su tutto ma cristo santo la devi fini di fracassarmi i santissimi. era una risposta con un goccino di ironia ai commenti di marco e di valter con cui, in questo caso, mi trovo d’accordo. ti prego finiscila di accanirti col mio nick e rinnovo l’invito… se vuoi conoscermi e fare una chiaccherata possiamo prenderci un caffè ma finiscila di attaccarmi

Andrea Salvoni
Guest
Andrea Salvoni

Caro L\’Alcea, ti do il benvenuto nel gruppo d’auto-aiuto “Perseguitati dall’Idisioncrasia Interplanetaria del sig. Marroni”. Io sono confinato nel reparto “dagli-al-comunista-sempre-comunque-qualunque-cosa-dica”. Molto probabilmente tu finirai nella sezione “insofferenza-reattiva-ed-inspiegabile-agli-pseudonimi”. Comunque sia, il rimedio c’è: basta ignorare. Venendo poi al merito dell’articolo resta ben poco da dire: questa non è altro che l’ennesima possibilità purtroppo sfumata di arricchire l’offerta culturale di Barga e del suo territorio comunale. Certo, rimane OperaBarga e la sua bella programmazione (da non perdere quest’anno un raro Scarlatti ed il bravissimo Carlo Ipata alla direzione), ma non vedo perchè lasciarsi scappare questa ulteriore opportunità. Oltre al pane, ci… Read more »

Gianmarco Marroni
Guest
Gianmarco Marroni

Vi ricordo che oltre a Opera Barga c’e’ Barga Jazz che e’ una manifestazione conosciuta in tutta Italia e anche all estero. Chiedo scusa all Alcea per essermi accanito contro il tuo nick e quando torno in Italia volentieri accettero’ l invito per un caffe’ e per una volta sono d’accordo con Salvoni (Strano) sul fatto che l amministrazione comunale si sia fatta sfuggire una tale occasione.