flavio guidi

Dalla Misericordia musica e poesia per ricordare Giovanni Pascoli

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Anche l’Arciconfraternita di Misericordia ha voluto ricordare Giovanni Pascoli nel centenario della sua morte. Lo ha fatto sottolineando l’appartenenza dei fratelli Giovanni e Maria Pascoli a questo sodalizio barghigiano dove furono accolti nel 1897 e dove Pascoli restò iscritto fino alla sua morte avvenuta il 6 aprile del 1912.

Così anche Barga, dopo l’eccezionale evento di Castelvecchio con Giancarlo Giannini, lo scorso 10 agosto, ha voluto regalare una serata di musica e poesia; poesia naturalmente di Giovanni Pascoli del quale Graziella Cosimini ha letto con tanta intensità e partecipazione, tra le altre, La mia sera, L’Ora di Barga, Italy, L’aquilone, Valentino, la Cavalla Storna e poi musica, con la dolce voce del soprano Sally Li ad interpretare, accompagnata alla chitarra da Fabio Guazzelli, l’Ave Maria di Schubert, Summertime di Gershwin, O mio babbino caro di Puccini e Non ti scordar di me.

[dw-post-more level=”1″]

 

Una bella serata, riuscita sicuramente sotto tutti i punti di vista, che si è svolta nell’adeguata cornice di piazza San felice, accanto alla chiesa eletta come sede dall’arciconfraternita; un piccolo salottino buono di Barga Vecchia che ha ospitato circa 150 persone.

Ad introdurre la serata è stato il Governatore della Misericordia, Enrico Cosimini e non sono mancati anche i saluti del Proposto di Barga, don Stefano Serafini, del presidente della Fondazione Pascoli, Alessandro Adami e del vice sindaco Alberto Giovannetti.

[/dw-post-more]

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of