keane
No Comments

The liberation walk to Sommocolonia

with some members of the Aristodemo's once again providing the sound track for the day

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

The celebrations for the 25th April took place not just in Barga (article here) but also included for the seventh year running, “the liberation walk” up to Sommocolonia via the old mule track.  

A huge participation this year with people almost queing up at one point to go up the track.

A fine day with the predicted bad weather kept at bay and the perfect place for a picnic and to listen to some music up by the tower in Sommocolonia.

The 25th April is the day that Italy commemorates the liberation of the country by Allied troops in the Second World War.

The holiday is meant to honour all those who died during the war, from soldiers fighting overseas to civilian victims of Allied bombings and atrocities committed during Nazi Germany’s bitter retreat from its former allies territory.

The lives of those who served as partisans in the Italian Resistance are especially honoured.

This morning in Barga was held the annual 25th April celebrations to commemorate the liberation of the country by Allied troops in the Second World War.

A wreath was laid at the Fosso and then shortly after another up at Sommocolonia at the Monumento Monticino with the ever present Alpini in attendance.

 

 

Torna l’originale appuntamento per trascorrere la festività del 25 aprile in modo diverso. Sommocolonia vi aspetta con la Passeggiata della Libertà che da Barga porterà i partecipanti a Sommocolonia. Il piccolo paese è stato teatro nel 1944 del più importante scontro tra tedeschi ed alleati ed è uno dei luoghi simboli della Resistenza. Nasce da questi trascorsi, ma anche dalla volontà di valorizzare uno dei più piccoli ed affascinanti borghi montani della Valle del Serchio, l’appuntamento promosso da Pro Loco Barga, Associazione Ricreativa Sommocolonia con la collaborazione dell’Arca della Valle e con il patrocinio del Comune di Barga.

Il programma prevede alle ore 10 il ritrovo presso il piazzale Matteotti (davanti alla Pasticceria Lucchesi) di Barga. Poi la passeggiata con la salita per raggiungere Sommocolonia attraverso la vecchia mulattiera. Qui dalle ore 13 i presenti potranno prendere parte ad un percorso di ristoro nell’antico borgo a cura dell’Associazione Ricreativa Sommocolonia. Il percorso non è impegnativo (circa 4 km da fare in un’oretta – scarica il percorso da viamichelin.it) e sono benvenuti i cani a guinzaglio con i loro padroni.

“Il nostro, a parer mio è uno dei modi più belli di celebrare la festa della Liberazione. Niente cortei, né discorsi politici, ma la gente, genitori giovani e meno giovani con figli e figlioletti si dà appuntamento nel mattino d’aprile, per camminare insieme verso una meta comune: la Rocca di Sommocolonia, meta significativa, non scelta a caso. Lassù, sul bel prato verde, punteggiato di meli in fiore, si sparpagliano, stendono coperte colorate, vi si siedono al sole e bevono vino, sorridono cantano. Le giovani madri insegnano ai loro piccoli a battere le mani al ritmo dell’orchestrina, la fisarmonica, il mandolino, il contrabbasso. I più grandicelli si rotolano giù per il poggio erboso, mentre i cani, liberi dal guinzaglio, sembrano impazzire dall’eccitazione, dalla frenesia della libertà. LA LIBERTA’. E’ qui nei colori e nelle voci di questo prato. E’ questo stare gomito a gomito, liberi dalla paura e dalla diffidenza. E’ la gioia che passa da uno all’altro, senza chiedersi di cosa sia fatta, ma con la netta percezione che ci viene da lontano, che è costata un prezzo altissimo e che per questo è un bene irrinunciabile. Su questo prato, all’ombra della Rocca, non si parla della Libertà – Si vive la Libertà..” Graziella Cosimini

 

Una mattina mi sono svegliato,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi sono svegliato,
e ho trovato l’invasor.

O partigiano, portami via,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
O partigiano, portami via,
ché mi sento di morir.

E se io muoio da partigiano,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E se io muoio da partigiano,
tu mi devi seppellir.

E seppellire lassù in montagna,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E seppellire lassù in montagna,
sotto l’ombra di un bel fior.

Tutte le genti che passeranno,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Tutte le genti che passeranno,
Mi diranno «Che bel fior!»
«È questo il fiore del partigiano»,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano, morto per la libertà!»

 

The liberation walk to Sommocolonia | 2014 | 2015 | 2016

Liberation Day in Barga : 2009 | 2010 |2011 | 2012 | 2013 | 2014 | 2015 | 2016 

 

 

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of