keane
No Comments

Lista Civica “Progetto Comune” – Francesco Feniello

Elezioni amministrative 2019 comune di Barga

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Presentation this afternoon at the Caffè Capretz in Barga Vecchia of the civic list “Progetto Comune” which is aiming to put Francesco Feniello into Palazzo Pancrazi at the next council elections in May.

This is a civic list which as Francesco Feniello pointed out to the assembled crowd, would be apolitical and would include members from both the left and right of the political spectrum.

All 16 people on the list were presented but so far nothing was said about precisely what the intentions and plans of the “Progetto Comune” were to be.

Apparently, the full project will be made public later on this month.

Progetto comune, che sostiene Francesco Feniello come candidato a sindaco alle prossime elezioni amministrative di maggio, si presenta.

Per domenica 14 aprile alle 18, presso il Caffè Capretz, è prevista la presentazione del candidato a sindaco e di tutti i componenti la lista che parteciperà alla elezioni.

La notizia era già stata annunciata ma ora la confermo.

Prima di spiegare i motivi della mia scelta credo sia doveroso presentarmi:
Sono Francesco FENIELLO, nato a Mugnano di Napoli (NA) il 27.02.1962 (57 anni fa) e attualmente residente in Barga. Diplomato, sposato e padre di due figli Carlo di anni 30 e Elisa di anni 24, entrambi Laureati.

Sin da piccolo ho frequentato la vita parrocchiale e grazie all’insegnamento di padre Andrea Cipolletta (per tutti Don Andrea), ho capito l’importanza della convivenza sociale basata sul principio di solidarietà e condivisione ed in tal senso ho orientato le mie azioni.

Da giovane ho iniziato ad odiare le prepotenze, le prevaricazioni, le minacce e qualsiasi atteggiamento tendente a limitare i diritti delle fasce più deboli messo in atto da chiunque ed in particolare da delinquenti presenti nel paese in cui vivevo.

Per tali motivi è maturata in me l’idea di fare il Carabiniere perché vedevo in quegli uomini la forza della Legge per l’affermazione della legalità, cosa che ho constatato poi personalmente. Mi sono arruolato nell’Arma nel lontano 1980 come Carabiniere Ausiliario e dopo anni di servizio, risultato vincitore di concorso, ho frequentato la Scuola Marescialli di Vicenza ed ho fatto Carriera fino a raggiungere il grado di Maresciallo Maggiore. Ho prestato servizio presso il Battaglione Mobile Carabinieri di Napoli e nel 1981 venni trasferito in Toscana ed assegnato alla Stazione di Lammari.

Sono immigrato a Barga nel lontano 1986 per motivi di servizio in quanto all’epoca venni trasferito dalla Stazione Carabinieri di Lammari (LU) al Comando Stazione Carabinieri di Barga ove ho prestato servizio fino al 3 Agosto 2010 data in cui venni trasferito al Comando Stazione CC di Coreglia Antelminelli quale Comandante. Nel mese di ottobre 2017 mi sono Congedato ed attualmente sono nella posizione di Riserva e pensionato.

Posso dire che ho trascorso più anni a Barga che nel paese dove sono nato e pertanto ho apprezzato il territorio ed i suoi abitanti sin da subito.- Partecipo attivamente ad associazioni di volontariato che si occupano di protezione civile e sostegno alle persone in difficoltà e non mi tiro mai indietro quando c’è bisogno di rimboccarsi le maniche per il bene Comune.

Nel tempo ho sempre creduto che fare politica fosse un modo per sentirsi parte attiva del proprio paese, per contribuire a farlo crescere in tutti i suoi aspetti. Al di là delle definizioni, la politica in senso generale – riguarda tutti i soggetti facenti parte di una società e non esclusivamente chi fa politica attiva, ovvero opera nei partiti e nelle Istituzioni.
Fare politica vuol dire occuparsi in qualche modo di come viene gestito lo stato e gli enti locali. In tal senso “fa politica” anche chi, subisce gli effetti negativi delle scelte di coloro che ne sono istituzionalmente investiti, e quindi scende in piazza per protestare (quindi anche la Libellula o altri comitati hanno fatto e fanno la giusta politica).
Secondo me è importante la regola della temporaneità degli incarichi pubblici elettivi in quanto aiuta ad evitare che la politica non resti “il mestiere di chi non ha mestiere”, come denunziò Max Weber (La politica come professione, 1919).
Negli ultimi mesi, confrontandomi con persone che non si riconoscono nell’attuale situazione politica locale ed a seguito di comportamenti come quelli che odiavo da giovane, pur se non messi in atto da delinquenti, ho maturato l’idea di scendere in campo in prima persona con una squadra di giovani motivati per combattere tali atteggiamenti, per lavorare nell’interesse dell’intera Comunità ed a servizio dei cittadini perché crediamo nel bene comune.
Per troppi anni il bene comune è stato considerato “bene di nessuno” per cui dobbiamo riappropriarci di questo bene di “Nessuno” e restituirlo all’intera collettività riscoprendo il senso di fare Comunità.
Infatti, il giorno 06.02.2019, dopo aver lasciato i componenti del comitato promotore (Chiara – Andrea- Claudio e Pallino) con un no, ribadisco con un NO, alla proposta della mia candidatura, in quanto dovevo portare a termine il mio mandato all’ASBUC essendo Presidente, alle ore 20,45, dello stesso giorno, dopo attenda riflessione, ho inviato loro il seguente messaggio annunciando la mia adesione alla loro proposta:
“Un abbraccio e buona notte. Grazie per le tue belle parole. Oggi ho visto nei vostri occhi la tristezza per la mia scelta. Ho visto negli occhi di Salvoni le lacrime e tanta voglia di combattere per il bene comune. Queste cose mi hanno permesso di meditare sulle mie scelte – sono andato sul monte Sinai..scusa sul monte Giovo. Ho rinfrescato le mie idee e questi giorni parlerò con i miei consiglieri per l’importanza della mia scelta… volete combattere contro certi comportamenti come quelli di oggi… e allora preparate “le armi” perché la battaglia sarà dura e lunga..
<>
(tratto da un discorso di Papa Francesco).”

Tanti hanno espresso il sentimento di essere amministrati da persone “comuni” con le quali potersi confrontare e tanti mi hanno chiesto di candidarmi.

In tale ottica il nostro ambizioso progetto di squadra ha dato il nome alla lista “PROGETTO COMUNE”.
Come già detto io sono stato scelto dai componenti del Comitato promotore, ma insieme e con l’aiuto di Ferruccio Carrara e Alberto Giovannetti, abbiamo lavorato per formare una squadra di persone serie e veramente motivate per fare qualcosa per il nostro paese e per la nostra gente.

Tutti abbiamo condiviso sin dall’inizio che la lista doveva essere civica e tale doveva rimanere senza identificarsi in partiti politici. Fanno parte della lista sia persone di destra che di sinistra.
Credo di avere una lista ben rappresentata dalla quota rosa essendoci ben 9 donne presenti e non credo ce ne siano altre con questi numeri e con le qualità dei componenti che la compongono.

Alessandro Masotti
nato a Barga il 9 marzo 1990. Si è diplomato all’Istituto Ipsia di Castelnuovo. Ha prestato servizio militare presso l’Istituto geografico militare di Firenze. Attualmente è operatore specializzato presso la Rete Ferroviaria Italiana

Alessandro Pieroni
nato a Barga il 29 ottobre 1992 e residente in San Pietro in Campo. E’ laureato in Scienze Religiose. Dal 2014 al 2017 ha lavorato presso la pasticceria Fratelli Lucchesi e, nel frattempo, ha iniziato ad insegnare all’Istituto Superiore di Barga, dove svolge tuttora il ruolo di insegnante di religione. Da sempre attivo nella vita sociale della sua frazione, ha collaborato all’organizzazione di vari eventi e manifestazioni paesane, prima insieme al gruppo dei giovani del paese, poi facendo parte del Comitato Paesano di San Pietro in Campo.

Andrea Salvoni
nato a Barga, attualmente residente a Castelvecchio Pascoli ma fornacino doc. Una laurea in filosofia, nel 2015 consegue l’abilitazione all’insegnamento in Filosofia, Psicologia e Scienze dell’Educazione. Nel 2016 vince il concorso a cattedra e dal 2017 è docente di ruolo di filosofia e scienze umane presso l’ISI di Barga.
La politica e la musica sono da sempre le sue grandi passioni.
È organista della chiesa valdese di Lucca e direttore di varie ensemble corali della Valle

Barbara Turicchi
ha 38 anni, è madre di un bambino; lavora nell’ ambito investimenti e risparmio presso un’ assicurazione. Ha avuto diverse esperienze lavorative sia in ambito amministrativo che
commerciale a partire dalle multinazionali fino ad aziende più piccole.

Camilla Baccelli
nata a Lucca e residente a Ponte all’Ania. Amante dell’arte, disegnatrice e ritrattista. Collaboratrice alla Fondazione Ricci Onlus dove ha potuto maturare l’esperienza nell’organizzare eventi culturali e mostre d’arte. Ha svolto il servizio civile presso il Comune di Fabbriche di Vergemoli e lavora in una cooperativa di comunità. Impegnata socialmente,facevapartedelcomitato“insiemeperlaLibellula”eattualmente Consigliera al “Club Jazz” di Barga. Fa parte della giuria del concorso letterario “La Pania” e giudice del “Boccabugia”

Chiara Pinelli
nata Barga il 16 agosto 1966, residente a Barga sposata con due figli di 15 e 18 anni. Diplomata all’Istituto d’Arte Passaglia di Lucca successivamente si è specializzata all’accademia di arti grafiche di Firenze.
La sua attenzione per le problematiche della scuola è di lunga data,
ha rivestito infatti il ruolo di Presidente del Consiglio d’Istituto dell’istituto comprensivo di Barga per tre mandati, ricoprendo tale carica per un totale di 9 anni. Ha maturato pertanto notevole esperienza riguardo alle problematiche scolastiche, ai rapporti scuola famiglia e scuola istituzioni.
È stata membro attivo del Movimento la Libellula, partecipando alle numerose iniziative svolte.

Claudia Gonnella
di Barga, ha due figli. E’ diplomata e lavora come impiegata allo studio medico di Barga. Ama la sua città, stare a contatto diretto e ascoltare le persone.

Claudio Gonnelli
di Barga. Sposato con 3 figli. Titolare della ditta Impianti Elettrici di Gonnelli Claudio
attiva da 25 anni a Barga ,
Presidente Proloco in questo triennio.
Si mette in gioco per ridare luce e vitalità a questo bel Comune cercando di sfruttare le sue potenzialità .

Deborah Pieroni
45 anni, insegnate, vive a Barga con il compagno Fabrizio e i figli Jacopo e Anna Giulia. Laureata in storia contemporanea all’Università di Pisa, ha insegnato sei anni in Sicilia e dal 2011 insegna alla scuola media di Barga, dove, oltre alla normale attività didattica, si occupa di educazione interculturale e ambientale. Da sempre impegnata nel sociale, attualmente fa parte della Cooperativa di commercio equo e solidale “Quetzal” di Modica ed è membro attivo del Gruppo di Acquisto Solidale di Barga.

Fabio Quintavalli
è nato a Viareggio ma è residente da sempre nel Comune, prima a Fornaci e da qualche anno a Barga. E’ sposato con un figlio di anni 7. Si è laureato in Giurisprudenza all’ Università La Sapienza di Pisa con una tesi in “Diritto degli Enti Locali”. Svolge la professione di avvocato con studio a Barga.

Francesca Guidi
nata a Barga 41 anni fa e residente a Fornaci di Barga. Accompagnata, con un figlio di 3 anni. Si è laureata alla facoltà di Architettura di Firenze nel 2005 con una tesi in design industriale. Esercita la libera professione presso il suo studio di Fornaci di Barga. Il suo motto “mai prendere la vita troppo sul serio”

Franco Moscordini detto Franchino
nato a Barga, sposato con tre figli ,diplomato geometra dipendente gea ,collabora con la moglie Michela nello svolgimento delle attività agricole e turistiche di famiglia. Legato da sempre al suo territorio ed ai suoi prodotti è diventato uno dei primi agrichef toscani. E’ vicepresidente del consorzio irriguo di Filecchio e Piano di Coreglia nel quale ha un ruolo importante, insieme a valorosi consiglieri ha fatto fronte al salvataggio da una situazione finanziaria disastrosa .

Gesualdo Pieroni
nato a Barga 52 anni fa residente a Fornaci sposato con una figlia. Lo definirei l’unico fuori dal coro visto che è l’unico che ha rivestito la carica di consigliere dal 2009/2014 a differenza di tutti gli altri che non hanno mai ricoperto incarichi. È attualmente titolare della ditta fondata dal Nonno con il Padre 70 anni fa, dove lo stesso lavora da 33 anni.

Mirella Biagi
nata a Glasgow. Laureata in lingue all’università di Edimburgo e con un master in traduzioni dell’università di Bristol. Attualmente vive e lavora a Castelvecchio Pascoli come traduttrice libera professionista. Nel tempo libero è molto impegnata in associazioni di volontariato della zona. Membro attivo nella Miericordia di Castelvecchio.

Piera Castelvecchi
60 anni, barghigiana dalla nascita è sposata ed ha una figlia di 24 anni.
Insegnante presso la scuola primaria di Barga, è in possesso anche della specializzazione ortofrenica polivalente per l’ insegnamento ai bambini psicofisici, non vedenti e non udenti.È stata per numerosi anni Vice Preside dell’ Istituto Comprensivo di Barga e attualmente fa parte dello Staff del Dirigente Scolastico.
Tra i tanti hobby le piace viaggiare per conoscere e scoprire posti e realtà culturali nuove.Non si tira indietro di fronte alle novità che affronta con entusiasmo.

Veronica Bernardini
nata a Massa e residente a Fornaci di Barga. Laureata in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma, ha maturato diverse esperienze nel settore culturale. Attualmente lavora a Pisa.

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of