flavio guidi

La cerimonia di chiusura dei festeggiamenti del 150°

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Barga ha posto la parola fine questa mattina alle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia iniziate nel marzo di quest’anno.

In una mattinata condizionata purtroppo dalla pioggia è stata e organizzata una giornata nuovamente dedicata al tricolore ed al Risorgimento. Alla manifestazione hanno preso parte autorità civili e militari a cominciare dal sindaco Marco Bonini e dal sen. Andrea Marcucci, ma anche il presidente di KME Group, Salvatore Orlando e con loro il neo presidente dell’Unione dei Comuni della Media Valle del Serchio, Nicola Boggi. Ma forse ancora più gradita e significativa è stata come sempre la presenza degli immancabili alpini, ai quali si sono uniti figuranti garibaldini ed anche i bambini delle nostre scuole a sventolare ancora una volta, per l’ultima volta in questo 2011, il tricolore.

La mattinata è iniziata con il corteo che da Porta Reale ha percorso via di Mezzo accompagnato dalla Banda musicale di Barga per poi giungere presso il Comune di Barga. In Piazza Salvo Salvi è stata scoperta la targa risorgimentale ricollocata sul muro esterno di Palazzo Pancrazi, sede comunale. La targa si trovava sotto la Volta dei Menchi interessata da importanti lavori di restauro ed è stato così deciso di porla sulla facciata del palazzo comunale.

E’ stata anche posta una corona di alloro, così come era stato fatto nel corso della prima iniziativa dle marzo scorso, prtesso il monumento a Giuseppe Garibaldi.

La cerimonia di stamane si è invece conclusa nella sala consiliare di Palazzo Pancrazi dove è stato presentato il nuovo libro dello storico Antonio Nardini “Barga, gli anni del Risorgimento”, che ha dedicato la sua nuova fatica di studioso a questo importante periodo storico.

Nel libro Antonio Nardini illustra alcuni temi relativi alla storia ottocentesca barghigiana, ripercorrendo alcune fasi di rilievo che hanno segnato la vita bargea durante i tempi antecedenti, per giungere al secolo Diciannovesimo. Nel lavoro dello scrittore un ruolo centrale lo occupano personaggi più o meno noti barghigiani che hanno comunque dato un tributo importante al Risorgimento.

Il volume, presentato dall’autore insieme al sindaco Marco Bonini, al senatore Marcucci, ad Antonio Romiti, presidente dell’Istituto Storico Lucchese, è la diciottesima pubblicazione della collana “Arte, Storia, Costume” della sezione di Barga dell’Istituto Storico.

La presentazione del libro di Antonio Nardini (mp3)

Leave a Reply

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notify of